raimondoconsolanteSTUDIO

1999 - Concorso per Arena e Sede Civica all'Arco del Sacramento

apri\chiudi testo

località: Benevento
progetto: 1999

raimondo consolante, giovanni consolante con francesca consolante, paola simeone

Il progetto ha un contesto stratificato di una città che dopo la fondazione sannita ha vissuto la rifondazione romana, quindi la trasformazione medievale e longobarda, poi la ricostruzione settecentesca, infine l’ampliamento moderno. In un’area a ridosso dell’Arco del Sacramento, antica porta del foro, la richiesta del bando di concorso era quella di ubicare una sede della circoscrizione di quartiere ed un’arena per spettacoli.
Il contesto edilizio, estremamente vario, ha suggerito lo svolgimento del tema di un piccolo edificio rappresentativo attraverso un processo di riduzione formale ed articolazione costruttiva. Un salto di quota di 3,5 metri fra l’area d’intervento sottoposta ed un retrostante giardino archeologico ha dettato la costruzione di un collegamento a gradoni che definisce gli spalti dell’arena e guarda verso l’arco romano. A lato si è progettata la sede del comitato civico che si costruisce attraverso un basamento in mattoni cui si sovrappone un’aula vetrata con tetto piano retto da una doppia linea di quattro pilastri di acciaio. La parte murata è quella introversa, destinata alle attività ordinarie del comitato, l’aula sovrapposta è la parte estroversa dell’edificio in cui si svolgono riunioni pubbliche e dalla quale è soprattutto possibile relazionarsi visivamente al ricco tessuto urbano, intrecciato di epoche storiche differenti.
In questo modo ci si confronta con una delle lezioni più importanti dell’architettura classica: la sovrapposizione di un elemento tettonico definito da colonne e tetto ad un elemento stereotomico, costruito per masse murarie. La possanza del muro conferisce carattere di severità all’edificio, l’aula carattere aulico. Riferimenti appropriati possono essere il Tempio Bianco di Uruk, il Mausoleo di Alicarnasso, l’Altare di Pergamo. Quest’ultimo trova la sua ragione nel basamento scolpito che conferisce slancio alla costruzione trilitica. Il primo attrae l’attenzione dell’osservatore, il secondo rimanda a scenari più ampi, legati alla città e alla natura.
Il nuovo edificio trova forza nel muro di mattoni che acuisce anche la profondità delle aperture che invitano all’ingresso e poi si alleggerisce alla sommità grazie al tetto dell’aula: una soletta di calcestruzzo liscia che dall’interno induce lo sguardo a scivolare al di là della vetrata. Quest’aula non vuol definire un interno ma una terrazza coperta.

1 images | slideshow

Share
Link
https://www.raimondoconsolantestudio.it/1999_concorso_per_arena_e_sede_civica_all_arco_del_sacramento-p13945
CLOSE
loading