raimondoconsolanteSTUDIO

2005 - Concorso per la riqualificazione del centro antico di Benevento

apri\chiudi testo

località: Benevento
progetto: 2005

raimondoconsolanteSTUDIO con roberto tomaciello, francesca consolante, bruno de nigris, giovanni consolante (consulente)

Il progetto proposto parte da un assunto generale: la questione fondamentale da risolvere per il nucleo più antico del centro storico di Benevento è facilitare l'accessibilità pedonale e ridare ruolo e senso ad ognuno degli edifici e delle aree notevoli che lo costituiscono.
Per rispettare questo programma il progetto stesso persegue due obiettivi principali.
Il primo è che questo percorso di penetrazione al centro storico, per avere un ruolo significativo, deve essere in senso stretto un percorso architettonico. Tali considerazioni si tramutano in un piano per la città che punta parimenti al recupero e alla nuova architettura ed anzi attraverso quest'ultima porta a compimento una preziosa opera di rivalutazione dell'esistente.
Il piano stabilisce una serie di episodi in sequenza fra loro. Questa peculiarità ne costituisce la struttura. La natura del piano di per se ne favorisce la flessibilità realizzativa, che può avvenire per tempi e modi diversi, senza intaccarne la chiarezza e la coerenza.
La lettura degli episodi può indifferentemente avvenire dal parco del fiume Sabato a risalire attraverso il Teatro Romano fino a piazza Pacca e al fiume Calore o viceversa.
Via Posillipo viene ricondotta ad una sorta di promenade che accompagnando il fiume con una sequenza di alberature. La strada presenta una passeggiata allargata, con una riduzione dell'asse carrabile che sostanzialmente si mantiene funzionale per un percorso veicolare a senso unico.
L'area dei Bagni è ristrutturata secondo un'attenta lettura delle qualità morfologiche del costruito di valenza storica e della giacitura dell'antico insediamento romano prima, medievale poi. Tre edifici di tre piani a destinazione residenziale completano il piccolo quartiere riconfigurando una città che si affaccia sul fiume e si insedia su terrazze verdi. La sistemazione delle quote favorisce la realizzazione di un piano a livello dei reperti archeologici che potrebbe essere destinato a centro benessere con piccole piscine, anche a fini terapeutici, che simbolicamente si ricollega ai resti delle terme romane.
Piazza Pacca è rimodulata sul piano dimensionale e formale. Liberata dalla sosta di parcheggio mantiene una funzione urbana per la parte prospiciente corso Dante e costituisce ingresso al parco archeologico della città. Si prevede l'individuazione di sagome dalle dimensioni contenute ma dalla grande chiarezza tipologica ed architettonica, destinate a galleria commerciale e a mercato degli ambulanti. La parte a ridosso delle antiche mura è destinata a giardino archeologico e posta in diretto collegamento con gli orti esistenti.
Il sistema delle calate, rampe ed ascensori, connette con grande immediatezza le differenti quote della città, conducendo attraverso una molteplicità di percorsi all'area monumentale del Teatro Romano con il ridisegno della omonima piazza e la collocazione di un secondo ingresso. Elemento strategico del piano diventa quindi l'apertura di una strada pedonale coperta posta sul retro della scena del teatro, alle spalle del fossato verde. Qui sfruttando il salto di quota si prevede la dotazione al piano inferiore di camerini e sevizi per il teatro che si aprono sul fossato da cui è possibile raggiungere la scena.
Link
https://www.raimondoconsolantestudio.it/2005_concorso_per_la_riqualificazione_del_centro_antico_di_benevento-p14059

Share link on
CLOSE
loading